Cos’è il GPL

 

 

Cos’è il GPL?

 

Il GPL, Gas di Petrolio Liquefatto, è una miscela di idrocarburi, principalmente propano e butano. Si estrae per più del 70% dal gas naturale e, per il restante, dalla raffinazione del petrolio.
A temperatura ambiente, il GPL passa allo stato liquido se sottoposto a moderata pressione: può essere così trasportato con facilità ovunque. È odorizzato per avvertirne la presenza in caso di perdite. Il GPL può essere facilmente trasportato con ogni mezzo: via mare, tramite navi gasiere, via terra, tramite autobotti e via ferrovia tramite ferro cisterne.

Grazie al suo elevato potere calorifico e alla sua versatilità, il GPL è un combustibile unico, sicuro ed ecologico.

Mercato e Sviluppo

Il mercato del GPL in Italia è uno dei maggiori a livello europeo. Nel 2014 il totale della domanda di GPL in Italia ha raggiunto la quota di 3.064.000 tonnellate, di cui il 49,1% impiegate nel settore combustione e il 50,9% nel settore autotrazione. Per il 2015 si stima un leggero aumento del fabbisogno di GPL che dovrebbe attestarsi sulle 3.300.000 tonnellate, con un’uguale ripartizione tra combustione e autotrazione.

In questo scenario ButanGas si pone come una delle società leader del mercato: tra le pochissime aziende nazionali a importare direttamente il GPL, è forte di un’organizzazione capillare sul territorio e di un’esperienza maturata in quasi 70 anni di attività. ButanGas adotta i più elevati standard di sicurezza e qualità e investe in modo costante in personale e tecnologia, per garantire ai propri clienti sempre più efficienza nel pieno rispetto dell’ambiente.

Gli usi del GPL

Il GPL trova applicazione nel settore domestico o del tempo libero, artigianale e l’industriale, ma anche il terziario, l’agricolo, lo zootecnico, l’autotrazione.

Sono previste agevolazioni fiscali per le attività produttive e per quegli utenti che si trovassero in zone non raggiunte dal gas metano; anche sotto l’aspetto economico il GPL è quindi vantaggioso rispetto ad altri combustibili.

Il GPL in casa

Il GPL è usato quotidianamente per il riscaldamento della casa, per la produzione di acqua calda sanitaria e per la cucina attraverso una vastissima gamma di apparecchiature come caldaie, pompe di calore, termoconvettori, ventilconvettori e altro.

Meno conosciuti sono i nuovi usi del GPL, impiegato per il raffrescamento degli ambienti e l’alimentazione dei riscaldatori per piscine e dei barbecue, dei funghi radianti, delle trappole per zanzare; ancora, il GPL dà energia ai principali elettrodomestici come frigoriferi e lavasciuga, ma anche alle idropulitrici, ai generatori di corrente e a molti altri.

Il settore terziario

La facilità d’installazione e di uso immediato a costi competitivi, la resa costante, la disponibilità di un’energia polivalente 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno rendono il GPL ButanGas un prodotto vantaggioso per il settore alberghiero, gli uffici, i centri commerciali, i ristoranti, i centri benessere.

Associazioni sportive

Per merito della sua convenienza, il GPL si è diffuso in tutte quelle strutture come campi di calcio e atletica, palestre e simili, dove è impiegato per riscaldare piccoli locali, docce, piscine e campi sportivi coperti.

Agricoltura e zootecnica

Il GPL raggiunge e copre senza difficoltà le aree estese dedicate all’agricoltura e alla zootecnica, a differenza degli altri combustibili.

Industria e artigianato

Più economico e pulito del gasolio; costantemente reperibile, non inquinante, facilmente gestibile e con costi di gestione e manutenzione irrisori rispetto all’olio combustibile; con un rendimento costante e un potere calorifico più elevato rispetto al metano: il GPL offre vantaggi che gli altri combustibili non possono eguagliare. In più, l’ambito industriale ha agevolazioni fiscali tali da rendere il GPL ButanGas una scelta conveniente e applicabile in ogni campo.

Cogenerazione, trigenerazione

Grazie alle macchine di ultima generazione introdotte sul mercato, la cogenerazione e la trigenerazione sono diventate una realtà. L’adozione del GPL per alimentare queste apparecchiature ne ha promosso la diffusione e l’utilizzo anche in zone non metanizzate.

GPL per Autotrazione

L’alimentazione dei veicoli è uno degli usi per cui il GPL è più noto. Negli ultimi anni, questo impiego ha visto un nuovo impulso, grazie soprattutto alle riconosciute caratteristiche di economicità ed ecologia: le auto alimentate a GPL sono esenti da blocchi del traffico e hanno spesso libero accesso alle ZTL. Le case automobilistiche, intuita la capacità di abbattere le emissioni non solo di CO2 ma soprattutto di polveri e di idrocarburi incombusti e particolati (PM10, PM2, PM5) dei motori a GPL, hanno finalmente arricchito la propria offerta con modelli moderni ed efficienti. I nuovi impianti montati sulle autovetture, inoltre, consentono di parcheggiare i propri veicoli nei primi piani interrati dei garage.

Il GPL e l’ambiente

Il GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) è il combustibile più pulito, insieme al gas naturale, tra tutti i combustibili fossili. I gas prodotti dalla sua combustione hanno infatti ridotte emissioni di:

• anidride carbonica (CO2);

• sostanze inquinanti come monossido di carbonio, idrocarburi incombusti, biossido di zolfo, ossidi di azoto, particolato o polveri sottili e composti organici volatili.

Il GPL inoltre:

• ha un rapporto carbonio/idrogeno relativamente basso;

• non è tossico;

• non è corrosivo;

• in caso di perdite accidentali, non inquina terreno, acqua e falde acquifere.

L’assenza di tossicità rende il GPL adatto anche a usi che non richiedono combustione: grazie al Protocollo di Montreal, per esempio, il GPL e i suoi derivati hanno sostituito i clorofluorocarburi, tra i maggiori responsabili del buco dell’ozono, impiegati precedentemente nei circuiti frigoriferi e negli spray.

Le qualità ecologiche del GPL nel settore trasporti sono sostenute da:
ANPA (Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, 2000)

“[…]viene dimostrato in modo inequivocabile un consistente beneficio economico­ambientale dell’uso del GPL rispetto alla benzina a parità di tecnologia del veicolo”

Parlamento Europeo (commissione carburanti alternativi):

“[…]il GPL è tra le risorse disponibili che permetteranno di sostituire il 20% (obbiettivo dichiarato) dei carburanti convenzionali”

Normativa e sicurezza

ButanGas pone tra i suoi obbiettivi irrinunciabili la sicurezza: per questo investe di continuo per ammodernare le sue strutture, nel rispetto rigoroso di ogni normativa.

Se desideri approfondire il tema della normativa in materia di GPL oppure sei interessato alle tecniche d’installazione e uso di serbatoi e bombole GPL, scarica i PDF dei nostri manuali.